11 Aprile 2024

Disability Pride Torino: il 20 aprile in piazza per i diritti delle persone con disabilità

Disability Pride Torino: foto di gruppo

Sabato 20 aprile per il 2° anno consecutivo il Disability Pride tornerà a colorare le strade di Torino!

Oltre a sensibilizzare istituzioni, enti privati e cittadinanza sulle tematiche riguardanti le persone disabili e neurodivergenti, il Disability Pride ha un obiettivo ancora più grande: contrastare l’abilismo, ribaltando la costruzione sociale di normalità e abilità che lo permeano.

Il concetto di abilismo, infatti, nasce dalla discriminazione delle persone le cui caratteristiche fisiche, sensoriali, intellettive e mentali si differenziano dalla maggioranza della popolazione. Rifacendosi al modello sociale in contrapposizione a quello medico, il Disability Pride Torino valorizza le diversità eliminando lo stereotipo secondo cui le stesse siano sbagliate e da correggere, con l’intenzione di rivoluzionare una società che “disabilita” chi non è conforme alla norma e non raggiunge standard precostituiti di prestazione.

Come Fondazione Time2 ci siamo impegnati nella progettazione dell’accessibilità del corteo per persone con disabilità intellettiva. Lo abbiamo fatto insieme ai partecipanti del percorso di self-advocacy promosso dalla fondazione, che ha l’obiettivo di affiancare il gruppo nella riflessione intorno ai temi delle rappresentazioni della disabilità e dello spazio di partecipazione e cittadinanza.

 

Il percorso del Disability Pride Torino 2024

L’edizione 2024 del Disability Pride Torino avrà su un percorso nuovo, studiato per essere accessibile e accogliente per tutti e tutte.

Ci troviamo alle ore 14 presso il Giardino “Schiapparelli” di Corso 11 Febbraio, angolo Lungo Dora Savona, come nella mappa qui in basso.

Alle 15:00 si parte: il corteo percorrerà tutto Corso 11 Febbraio e girerà a sinistra in Corso Regina Margherita, per poi imboccare Corso San Maurizio dal Rondò Rivella. Una volta arrivati in Lungo Po Cadorna, si proseguirà verso la destinazione finale di Piazza Vittorio Veneto con arrivo previsto per le ore 16.30, dove sarà allestito il palco da cui si susseguiranno interventi e alcune performance artistiche.

 

Il Manifesto del Disability Pride Torino

Con l’occasione verrà presentata la versione 2024 del Manifesto del Disability Pride Torino, contenente istanze e rivendicazioni delle persone disabili e neurodivergenti su tematiche come cura e assistenza, barriere architettoniche, barriere digitali, barriere culturali, mobilità, universal design e cittadinanza attiva, lavoro e istruzione, sicurezza e discriminazioni.

«Il 2° Disability Pride Torino – dichiara la Coordinatrice Miriam Abate – è alle porte: siamo orgogliosi e orgogliose del lavoro che abbiamo portato avanti, non solo dal punto di vista delle realtà che siamo riusciti a coinvolgere nell’organizzazione, ma soprattutto nell’approfondimento delle tematiche del Manifesto che presenteremo durante il corteo. Quella di sabato 20 aprile sarà una giornata di festa e musica, ma anche di sensibilizzazione e ascolto».

 

Gli ospiti e le ospiti del Disability Pride Torino 2024

Quest’anno il Disability Pride Torino avrà il piacere di ospitare volti noti dell’attivismo come:

Marco Andriano (content creator ipovedente), Chiara Bordi (attrice e modella con disabilità motoria), Chiara Bucello (content creator sorda, fondatrice di “The Deaf Soul”), Gabriele Capponi (dj con disabilità motoria), Valeria Carletti (fondatrice di Oltranza Festival e scrittrice con disabilità motoria), Lorenzo Nizzi Vassalle (content creator sordo), Red Fryk Hey (ballerina/ballerino e content creator autistica/autistico) e i Terconauti (content creator e performer teatrali su disabilità e autismo).

 

Le realtà che sostengono il Disability Pride Torino

Il coordinamento è formato da: Disability Pride Torino: APRI – Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti, Associazione ADHD Piemonte, Associazione CONteSTO, Associazione Luca Coscioni, Associazione Volonwrite, Fondazione Time2, Oltranza Festival, AccessiWay, Freegoo.

Le organizzazioni che aderiscono: AICS Associazione Italiana Cultura e Sport, Associazione Listen, Associazione Zerotre, Ballo Anch’io, Concor_danze, Fondazione UCI – Uniti per Crescere Insieme, Hackability, Informatici Senza Frontiere, Istituto dei Sordi di Torino, MAU – Museo d’Arte Urbana, Tedacà, Progetto Prisma, UAM – Umanimalmente, UICI – Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Torino, Novis Games, Travelin, WeGlad, WillEasy.

Gli sponsor del Disability Pride: AbileJob, AccessiWay, Alatha Onlus, Associazione Luca Coscioni, Exclusive Networks, Garaventa Lift.

Per sostenere l’iniziativa si può ancora aderire alla campagna di crowdfunding su GoFundMe (https://gofund.me/85b6ac3d) o donare attraverso Satispay (https://www.satispay.com/download/qrcode/S6Y-SVN–A84BBEA2-A9C8-4CFE-BA22-36C644A5D890)

Scarica la locandina