Fondazione Time2 > Bando Prossimi > Contaminazioni generative

Contaminazioni generative

Contaminazioni generative è un progetto di welfare culturale promosso da CDV/ LabPerm. L’obiettivo è la valorizzazione del patrimonio culturale, la promozione di coesione sociale e di scambio intergenerazionale nella Val di Susa, attraverso 4 azioni che coinvolgeranno musicisti, artisti, anziani, giovani e bambini. Nell’autunno 2020 si darà il via a mappa delle musicalità: cioè la creazione di un coro aperto a tutti con la regia del LabPerm e la partecipazione della Associazioni musicali della Valle; percorso di autobiografia che raccoglierà le memorie degli abitanti per trasformarle in spettacolo; ricreazione fisica junior: percorso di psicomotricità creativa per i bambini/e, ed infine nell’estate 2021 una residenza artistica per la costruzione di un grande concerto spettacolo che unirà tutti i materiali artistici prodotti. L’innovatività di questo progetto risiede nell’utilizzo di strumenti artistici afferenti alla pratica della ” Musicalità Incarnata” che unisce il teatro alla musica attraverso un uso armonico di corpo e mente e facilità la costruzione di gruppi di lavoro artistici aperti, orientati all’ascolto dell’altro, alla condivisione e all’accoglienza. Il risultato del progetto sarà presentato alla popolazione ed inserito in varie rassegne di Teatro e Musica sul territorio piemontese.

Coltivare cultura. Accogliere generazioni. Seminare umanità.

Ente capofila Associazione Compagni di Viaggio
Territorio
Valli Susa e Sangone
Ambito di intervento
Cultura, cittadinanza attiva e comunità
Principale tematica
Arte cultura e socialità
Sito web
Condividi su

Il coro

Nel 2017, all’Alborada, al nascere del sole, sulla cima del monte Nivolèt due cori montani si incontrano, mescolano voci e repertori in un concerto davvero particolare e da quel momento diventano un unico coro. E’ accaduto davvero, il Coro Val Susa di Bussoleno ed il Coro Alpi Cozie di Susa, hanno per molti anni cantato nella stessa valle repertori simili, rispondendo al bisogno dei suoi componenti di riunirisi per accordare le voci e rendere contemporanee le melodie di una antica tradizione; ed il bisogno degli abitanti della Valle di ascoltare la forza dei cori le loro storie, le memorie, le melodie, etc. Mariano (l’attuale direttore dei cori riunito) ci ha raccontato questa storia:”Ci siamo uniti, per non morire…”, ha aggiunto “continuiamo, sfidando ogni avversità, ma il futuro è davvero un’incognita, tra cinque anni…bhé non riesco a prevedere se esisteremo ancora!”. Fondersi e contaminarsi, continuare a cantare e così trovare nuova forza, il vero senso di questo incontro.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi